La Rabbia ed il Sistema Immunitario

Si narra che un giorno, mentre il Buddha parlava con i suoi discepoli, venne avvicinato da un uomo arrabbiato che iniziò ad insultarlo. Il Buddha, impassibile, rispose all’uomo infuriato: “Dimmi, se acquisti un regalo per qualcuno e questa persona non lo accetta, a chi appartiene il regalo?”. L’uomo, sorpreso dalla domanda, rispose: “Beh, appartiene a me, visto che l’ho comprato io”. Il Buddha sorrise e commentò: “E’ corretto, ed è quello che succede con la tua rabbia. Se ti arrabbi con me e io non mi offendo, non ricevo la tua rabbia, ed essa ricade su di te. Tu sarai l’unico a diventare infelice. Tutto ciò che fai, lo fai a te.”



Negli ultimi anni la ricerca ha confermato che il funzionamento del sistema immunitario ha una intelligenza biologica propria, intrinseca, superiore e indipendente dal pensiero razionale.

Riconosciamo quindi l’importanza dell’impatto emozionale sulla qualità della vita: essere emotivamente intelligenti significa essere capaci di trasformare l’energia distruttiva della rabbia in determinazione, nascosta spesso sotto una sensazione e idea di impotenza. Impariamo perciò ad individuare questa sensazione ed a liberarcene, a riconoscerla ed a riuscire ad esprimerla senza essere arrabbiati: gestiamo la rabbia con la consapevolezza che identificarci con essa la rende solo più forte e dannosa per il nostro organismo intero.


Come insegna Yogi Bhajan, Maestro del Kundalini Yoga: “Ogni religione ed ogni tradizione vi dice di affrontare le sensazioni. Non reprimetele, non ignoratele e non bloccatele. Sincronizzatele, deviatele, elevatele (...) A che cosa serve la religione di un individuo che dentro di sé è pieno di rabbia? Costui non ha alcuna religione. E’ tamasico. La sua mente è offuscata e non c’è posto per lo spirito. Una persona con una rabbia celata e accesa non può avere una religione. (...)”


Durante le situazioni stressanti l’organismo produce il cortisolo, un ormone che mette a disposizione maggiori quantità di energia, liberando adrenalina e noradrenalina. La combinazione di questi tre elementi innalza la pressione sanguigna, innescando la cosiddetta “reazione di attacco o fuga”: bisogna evitare di attivare una risposta eccessiva o sbagliata del sistema immunitario.


Non è un caso perciò che in condizioni di stress le infezioni si propaghino con maggiore facilità perché sentirsi sotto pressione inibisce uno degli stimoli più importanti nella attivazione del sistema immunitario. Essere esposti ad un prolungato stress psicofisico altera il numero e il tipo di globuli bianchi presenti nel sangue e nei tessuti, modificando anche la qualità e la quantità delle sostanze difensive prodotte (come gli interferoni, le citochine ecc.); questo compromette la capacità di difesa dell’organismo da virus, batteri ed altri agenti patogeni.


Con lo yoga e la meditazione possiamo abbandonare gli schemi mentali negativi ed evolvere in quello stato superiore di trasformazione che ristabilisce equilibrio e centratura. Patanjali, negli Yoga Sutra, afferma: “La calma indisturbata della mente si ottiene coltivando amicizia per colui che è felice, compassione per colui che è infelice, gioia per colui che è virtuoso e indifferenza per colui che è malvagio” (Sutra1.33).


Roberta Nistri

Con 4000 ore di formazione, Roberta è riconosciuta come Senior Yoga Teacher presso Yoga Alliance Professionals. Con lei potrai sperimentare un'insegnamento radicato nell'esperienza, volto a massimizzare il benessere.

Consulta il nostro CALENDARIO per praticare con Roberta!

Iscriviti alla newsletter

Contatti

 Associazione Sportiva Dilettantistica The Yoga House

C.F. 96407830585

Via Giuseppe Ferrari 12, Scala G, Interno 1

00195 Roma 

  • Facebook
  • Instagram
  • YouTube